Un lavoro da svolgere con una sospettosa dose di rispetto

Non per vedere errori a tutti i costi, anche là dove non ci sono, ma per principio.
Per affrontare il lavoro senza leggerezza, ma con una rispettosa dose di sospetto perché nella maggiore parte dei casi i lavori approvati nascondono sempre qualche errore.
Il nostro dovere è mettere la necessaria attenzione per scovarli prima di ritrovarceli davanti agli occhi con la scatola tra le mani.

Come quella volta che il cliente ha approvato un astuccio, ma nell’area dei dati variabili non c’era una riserva.
In quella zona noi applichiamo una finitura UV lucida che permette solo una timbratura a secco.
Ma le macchine del cliente non timbrano a secco: se non apportassimo questa modifica il cliente si troverebbe la stampa di dati variabili che una leggera pressione del dito cancellerebbe.
Perché l’inchiostro non prende su quella superficie verniciata.

Di solito un file senza riserva si manda in stampa, non in Abar: la mancanza della riserva desta sempre in noi qualche sospetto.
Così, per toglierci il dubbio chiamiamo il cliente per verificare se ha dimenticato di metterla.

Il sospetto lo abbiamo avuto anche per gli astucci di un cliente spagnolo.
In Spagna le scatole devono avere la perforazione attorno al barcode.
Quando abbiamo visto che nell’artwork mancava abbiamo fermato tutta la procedura della stampa.
Abbiamo avvertito il cliente che ci ha subito inviato l’artwork con la perforazione attorno al barcode.
Altrimenti il mercato spagnolo non avrebbe accettato la scatola in commercio senza la perforazione.

Make it with Abar’s Touch!

close