L'effetto domino dell'ospitalità Abar.

Quest’anno abbiamo acquisito una nuova azienda cliente.
Abbiamo progettato per loro un packaging con un astuccio a inserimento.
Lo facciamo sempre con i nuovi clienti: proponiamo a loro di partecipare all’avviamento di stampa.
E quando si aprono le porte di Abar è come se si aprisse una grande scatola piena di cose da conoscere.

Quel giorno accade che prima di arrivare nel reparto produzione per l’avviamento il cliente passa davanti al reparto piega e incolla e vede un sacco di astucci a fondo automatico.
Si incuriosisce e chiede perché ce ne sono così tanti di quel tipo.
Rispondiamo che sono tante le aziende nel settore cosmetico e nutraceutico che lavorano packaging a mano.
È un tipo di scatola che velocizza il processo di confezionamento.
Alla fine, il cliente ci chiede un preventivo per realizzare un astuccio a fondo automatico.

Poco più in là il responsabile marketing scorge una scatola specchiata oro: è colpito da quell’effetto, gli piace molto e anche lui ci chiede un preventivo.

La stessa cosa accade quando il suo collega, responsabile della produzione, vede su una nostra linea produttiva un astuccio con il foglietto illustrativo attaccato.
Con evidente soddisfazione ci spiega che stavano cercando una soluzione per velocizzare la produzione di un prodotto di fascia alta che prevede l’inserimento nella scatola di un foglietto illustrativo.

Anche lui alla fine ci chiede un preventivo.
Dalla partecipazione all’avviamento di stampa di un progetto a nuovi progetti per il nuovo cliente: il reparto produttivo di Abar è una vetrina.

Make it with Abar’s Touch!

close